Comune di Oppeano

Gestione del verde pubblico riaffidata ad Alpini per il Capoluogo e Associazione La Fontana per Villafontana

Pubblicata il 14/04/2017

Vista la scadenza delle convenzioni, a fine marzo il Consiglio comunale ha rinnovato le convenzioni con le associazioni di volontari Gruppo Alpini di Oppeano e Centro sportivo sociale La Fontana di Villafontana per la manutenzione delle aree verdi comunali.
Per il 2017 gli Alpini di Oppeano si occuperanno di mantenere le stesse aree verdi gestite fino ad oggi, cioè: parco via Fossette, aiuola via Pontida, parco Nikolajewska in via Alberto da Giussano, aiuole via Po, parco Federico Bazzan e aiuole di via I Maggio, parcheggio via Ezzelino, parco via Gianfranco Miglio, aiuole via Casotton, parco via Sole delle Alpi e il grande parco San Serafino.
Il Presidente dell’associazione Mario Beggiato ha dato dispoinibilità a proseguire la collaborazione col Comune, in cambio di un contributo di 11.000,00 euro quale rimborso e spese assicurazione, carburante e manutenzione attrezzature.
Altresì a Villafontana la gestione del parco di Via Silvio Pellico viene riaffidata alla Fontana; con un contributo di 1.000,00 euro il Presidente Francesco Bianchini si impegna a proseguire nella gestione del parco, consistente in taglio erba, irrigazione, pulizia da rifiuti di ogni genere (cartacce, ecc.) e svuotamento dei cestini.
Si ricorda ai cittadini che per quanto riguarda le rimanenti aree verdi di Oppeano, poiché nel nostro Comune sono stati realizzati negli anni molti parchi e luoghi a verde, come si evince dal piano del verde, l’Amministrazione intende far intervenire ditte private del territorio, come già fatto in passato”, commenta l’assessore delegato alla cura del verde e alle manutenzioni, Vicesindaco Luca Ceolaro; “Infine, agli Alpini di Oppeano e ai volontari della Fontana di Villafontana va il più sentito ringraziamento da parte dell’Amministrazione comunale, per la qualità e professionalità del lavoro svolto”. L’Amministrazione coglie anche l’occasione per ricordare a tutti i residenti che, qualora i cani sporcassero in aree pubbliche e nei parchi non attrezzati, è necessario raccogliere e pulire le deiezioni, a fronte delle sanzioni applicate dalla Polizia Locale.
 

Categorie ambiente

Facebook Google+ Twitter