Regione Veneto

La Carta di Avviso Pubblico

Pubblicata il 07/05/2019

Oppeano ha aderito alla Carta di Avviso Pubblico, un codice etico di comportamento elaborato da un gruppo di esperti (politologi, giuristi, funzionari pubblici, rappresentanti di associazioni) e amministratori locali, coordinato dal Professor Alberto Vannucci, e presentato a Contromafie nell’ottobre del 2014. La nuova Carta di Avviso Pubblico integra, con nuovi contenuti, e coordina con le disposizioni legislative antimafia e anticorruzione nel frattempo approvate, la Carta di Pisa, il codice presentato nel febbraio 2012 e adottato da oltre quaranta enti locali e da centinaia di amministratori. La Carta è stata redatta in modo da favorire un’estesa partecipazione nella discussione ed elaborazione dei suoi  contenuti, raccogliendo contributi, proposte e osservazioni giunte da una pluralità di soggetti diversi. In continuità con questo spirito di condivisione, essa si propone come uno strumento pratico e “costruito dal basso” di prevenzione della corruzione, delle mafie, del malaffare e della cattiva amministrazione. La Carta di Avviso Pubblico non va letta come un insieme rigido di disposizioni “calate dall’alto”; al contrario, essa si pone come strumento aperto, possibile termine di riferimento per l’elaborazione di qualsiasi codice di condotta per amministratori pubblici di cui un ente locale intenda dotarsi. Composta da ventitré articoli, la Carta indica concretamente come un amministratore pubblico può declinare nella propria attività quotidiana, attraverso una serie di impegni, regole e vincoli, i principi di trasparenza, imparzialità, disciplina e onore previsti dagli articoli 54 e 97 della Costituzione. Divieto di ricevere regali, contrasto al conflitto di interessi, al clientelismo e alle pressioni indebite, trasparenza degli interessi finanziari e del finanziamento
dell’attività politica, nomine basate esclusivamente sul merito, piena collaborazione con l’autorità giudiziaria in caso di indagini, obbligo di rinuncia alla prescrizione e alle dimissioni in caso di rinvio a giudizio per gravissimi reati di mafia e corruzione, sono alcuni tra i contenuti del codice. Le disposizioni della Carta sono assai esigenti nei confronti degli amministratori pubblici che l’adottano, chiamati a un forte e credibile impegno di trasparenza e responsabilità. Tuttavia, il loro rispetto può restituire moltissimo in termini di fiducia e legittimazione agli occhi dei cittadini.
Per maggiori info: https://www.avvisopubblico.it/home/ 
/c023055/images/20141025_carta-di-avviso-pubblico.pdfPer scaricare la Carta di Avviso Pubblico clicca qui.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato 20141025_carta-di-avviso-pubblico.pdf 309.92 KB


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto