Comune di Oppeano

Oppeano aderisce al Consorzio di tutela del Mobile di Verona per rilanciare le arti legate al mobile

Pubblicata il 12/12/2017

Questo l’obiettivo di Lignum, gruppo di imprese rappresentative del settore del mobile d’arte nel Basso Veronese
 
Il Comune di Oppeano ha approvato uno schema d’intesa assieme ad altri Comuni del Basso Veronese e col Consorzio di Tutela del Mobile di Verona per rilanciare le arti legate al mobile. L’intenzione è di fornire supporto all’intera filiera attraverso la promozione del marchio di qualità “Mobile di Verona”.
Nel 2014 la Regione Veneto aveva individuato i distretti industriali, cioè i sistemi produttivi locali con maggior concentrazione di imprese artigianali e industriali, che per il Basso Veronese, definita “zona di produzione del mobile d’arte” è il settore del legno. Nel Basso Veronese si è venuto a formare il gruppo Lignum, formato da 20 imprese rappresentative della filiera del mobile classico veronese che ha come obiettivo di rilanciarlo e di creare un marchio di territorio. Inoltre Lignum intende migliorare l’organizzazione d'impresa e il potere contrattuale delle imprese consorziate, vista la crisi che ha toccato il settore.
“Il Consorzio ha fatto nascere un Centro Studi e Ricerche sul Mobile, detto Ebanoteca, che coinvolge Bovolone (che deterrà la sede della scuola), Cerea, e altri Comuni tra cui il nostro, Salizzole, Isola Rizza, Isola della Scala, Sanguinetto, Angiari, San Pietro di Morubio, Casaleone e Roverchiara”, spiega il Sindaco Pierluigi Giaretta; “Obiettivo è operare unitariamente nel promuovere il marchio di qualità del mobile di Verona”.
In sostanza la collaborazione tra Oppeano, gli altri Enti e il Consorzio di Tutela del Mobile di Verona vuole rinforzare le sinergie con il territorio per il rilancio delle arti legate al mobile e dell'intera filiera, attraverso la promozione del marchio di qualità Mobile di Verona ed il sostegno e patrocinio delle iniziative attuate dal Consorzio per la diffusione del marchio sui mercati nazionali e internazionali. Durante la conferenza stampa di presentazione di Lignum, il consigliere regionale Alessandro Montagnoli, in rappresentanza della Regione Veneto, ha sottolineato il valore del marchio “Mobile di Verona”, assicurando il sostegno regionale nel dare visibilità al progetto.
L’Osservatorio del Mobile di Verona analizzerà dati e tendenze del settore e per rispondere alla mancanza di formazione si stanno già aiutando le aziende ad accedere a corsi di formazione e specializzazione, ad esempio per il controllo di gestione e il marketing digitale. Per informazioni sui seminari di settore e sull’interessante lavoro promozionale svolto da Lignum a livello nazionale ed internazionale, potete consultare il sito: www.lignumverona.it


Facebook Google+ Twitter