Comune di Oppeano

Raccogliere gli indumenti usati aiuta i Paesi poveri e rispetta l’ambiente; nel 2016 raccolti 24.581 chilogrammi di vestiti usati

Pubblicata il 04/08/2017

Fare del bene ai Paesi in via di sviluppo e allo stesso tempo aiutare l’ambiente: obiettivi raggiungibili con un solo gesto, quello di conferire il vestiario non più utilizzato nei cassonetti di Umanitaria Padana. Con questa Onlus la Giunta comunale ha riapprovato una convenzione a titolo gratuito per altri tre anni.
“Umanitaria Padana Onlus ha la finalità di reperire fondi e generi di prima necessità a favore dei Paesi in via di sviluppo e per quelli colpiti da eventi bellici, catastrofi naturali, epidemie”, spiega il Sindaco Pierluigi Giaretta; “La convenzione relativa al servizio di raccolta e riciclaggio degli abiti, indumenti e scarpe usati vede come riferimento per l’espletamento del servizio di trasporto dei materiali tessili la ditta Nord Recuperi”.
Gli indumenti conferiti nei cassonetti di Umanitaria Padana vengono rivenduti ai mercatini dell’usato o utilizzati per realizzare tappetini d’auto e in velcro; allo stesso tempo il mettere i vestiti e capi usati in questi cassonetti anziché nel secco assicura un incremento della differenziata e maggiore rispetto per l’ambiente.
“Nel 2016 gli oppeanesi hanno conferito 24.581 chilogrammi di vestiti, scarpe, borse e cinture, come comunicato dalla ditta Nord Recuperi”, sottolinea l’assessore delegato all’ambiente Luca Ceolaro; “A nome dell’Amministrazione comunale ringrazio i cittadini per la solidarietà dimostrata e ricordo altresì che, per un corretto recupero del vestiario, lo stesso va posto diligentemente all’interno del cassonetto e non abbandonato all’esterno”. I 5 cassonetti presenti sul territorio comunale di Oppeano sono 5, a Oppeano fronte Chiesa, a Vallese in via Spinetti, a Ca’ degli Oppi nelle vicinanze della Chiesa, in centro a Mazzantica e in isola ecologica.
 

Categorie ambiente

Facebook Google+ Twitter