Comune di Oppeano

Inaugurato il nuovo centro sollievo La Genziana Progetto regionale coordinato da Ulss 9 per persone affette da decadimento cognitivo allo stato iniziale; un servizio a supporto della domiciliarità

Pubblicata il 28/07/2017

È stato inaugurato martedì 25 luglio scorso a Vallese, nell’ex scuola materna Arcobaleno, il nuovo centro sollievo La Genziana, a cura di A.V.O. Associazione Volontari Oppeanesi, col supporto di Città di Oppeano – Assessorato alle politiche sociali.
“Il progetto sollievo è un progetto regionale ed è coordinato dalle AUlss; esso prevede la creazione di centri sollievo nei comuni del Veneto per persone affette da decadimento cognitivo allo stadio iniziale e pertanto è un servizio in supporto alla domiciliarità”, spiega la responsabile del progetto Tutti in rete: insieme si può per il Comune di Oppeano, la dott.ssa Michela Curti, psicologa; “I centri sollievo prevedono attività di stimolazione cognitiva e di musicoterapia e un gruppo di automutuoaiuto per i familiari tenuti da professionisti con il supporto di volontari adeguatamente formati”.
L’assessore delegato al sociale dott.ssa Emanuela Bissoli aggiunge: “Il progetto regionale in base alla Dgr.1873/2013 prevede il coinvolgimento di associazioni e dei Comuni: in questo modo l’associazione garantisce le attività e la presenza dei volontari, mentre l’Amministrazione comunale di Oppeano mette a disposizione gratuitamente i locali, nella ex scuola materna di via Spinetti a Vallese”.
“Nello specifico l’Associzione Avo – Associazione Volontari Oppeanesi, ha partecipato al bando dell'Aulss 9 (ex Ulss 21 di Legnago) aggiudicandosi il finanziamento che ha permesso l’apertura a Oppeano del centro sollievo La Genziana, che è stato inaugurato martedì 25 luglio scorso. Gli orari di apertura sono: martedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00 e il giovedì mattina dalle 9.00 alle 11.00”, commenta il Sindaco rag. Pietro Luigi Giaretta; “Si aggiunge così un ulteriore tassello a supporto del progetto Tutti in rete: insieme si può, cioè una serie di interventi a domicilio per persone affette da demenza e per i loro familiari attivo nei comuni di Oppeano e Zevio che vede la partecipazione di Avo, dell’Associazione Alzheimer Italia – Verona, della Fondazione Zanetti, dell’Associazione Allegralamente e dell’Ulss 9, con finanziamento da parte della Fondazione Cariverona”.
 
 

Categorie sociale

Facebook Google+ Twitter