Comune di Oppeano

Piano di sviluppo della Banda Ultra Larga sul territorio comunale di Oppeano; promosso dalla Regione Veneto

Pubblicata il 21/06/2017

Nell’ottica di fornire un servizio di maggior qualità per l’accesso alla rete da parte della cittadinanza, l’Amministrazione comunale di Oppeano aveva sottoscritto con la società Infratel Italia Spa, che collabora con il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), lo scorso 14 aprile 2016, una convenzione per la realizzazione delle infrastrutture in Banda Ultra Larga, cioè la rete in fibra ottica. Recentemente il Consiglio comunale ha approvato tale convenzione e il consigliere delegato alle innovazioni tecnologiche, ing. Filippo Rossini, ha spiegato: “Vi è uno stanziamento, per il Veneto, di circa 400 milioni di euro, dei quali 83 milioni proprio dalla Regione; ora il Comune ha autorizzato gli interventi sul territorio”.
Il progetto ha come obiettivo portare in tutte le località non servite dagli operatori di telecomunicazione (le cosiddette “aree bianche”) almeno 30 Mbps – MegaBit per Secondo, e al 70% della popolazione oppeanese almeno 100 Mbps.
“Abbiamo fatto rientrare Oppeano tra le aree oggetto del Piano di Sviluppo della Banda Ultra Larga promosso dalla Regione del Veneto, in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, poiché vi è interesse a favorire nell’ambito dell’Accordo di Programma lo sviluppo delle aree non coperte dalla banda ultralarga, tutelando nel contempo il demanio stradale e la sicurezza della circolazione”, sottolinea Rossini; “Nel dettaglio l’intervento consiste nella posa di fibra ottica pubblica da mettere a disposizione degli operatori di telecomunicazione per l’erogazione dei servizi di connessione”.
“Inoltre si ricorda che sul territorio sono presenti punti hot spot per il collegamento gratuito alla wifi Città di Oppeano, in base ad un progetto della Regione Veneto”, aggiunge il Sindaco Rag. Pietro Luigi Giaretta; “L’Amministrazione offre la possibilità agli utenti presenti in aree verdi e parchi e dotati di personal computer, smartphone o palmare di collegarsi e navigare in rete gratuitamente tramite wireless”.
 

Facebook Google+ Twitter