Comune di Oppeano

Bilancio consuntivo 2016, approvato dal Consiglio; chiude con un importante avanzo di amministrazione da 1.265.295,31 euro Nessuna anticipazione di cassa e riduzione dell’indebitamento

Pubblicata il 14/06/2017

Il Consiglio comunale del 17 maggio scorso ha approvato il rendiconto di gestione 2016, il primo esercizio approvato dopo l’entrata in vigore dell’armonizzazione contabile. Esso si chiude con avanzo di Amministrazione da 1.265.295,31 euro; il fondo cassa al 31 dicembre 2016 è di 1.470.851, 85 euro.
“Il bilancio 2016 rappresenta le risultanze della gestione e pone a confronto i dati di previsione, eventualmente modificati da variazioni durante l’anno, con quelli derivanti dalle scritture contabili 2016”, spiega l’assessore esterno con delega al bilancio e tributi Mara Corsini; che prosegue: “L’anno scorso non si è fatto ricorso a nessuna anticipazione di cassa e si è continuato nella riduzione dell’indebitamento per ricorso a mutui destinati al finanziamento di opere pubbliche. Si era passati dal 7,60% del 2012 al 5,33% del 2016, ampliamente sotto il limite di Legge del 10%. Tant’è che negli ultimi 8 anni l’Amministrazione di Oppeano ha assunto un solo mutuo, destinato alla sistemazione e ristrutturazione del palazzetto dello Sport di Vallese. Le opere pubbliche sono state finanziate con contributi e fondi propri”.
Va ricordato che i pagamenti del Comune nel 2016 sono stati effettuati con una media di 66 giorni, periodo sensibilmente migliorato rispetto agli esercizi precedenti: il primo trimestre 2017 ha registrato un ulteriore miglioramento e cioè un tempo medio dei pagamenti di 21 giorni. Si tratta di una gestione positiva a favore di aziende e privati che lavorano col Comune. Imposte, tasse e proventi hanno fatto entrare nelle casse comunali 5.274.827,43 euro. Le riscossioni dell’IMU e degli accertamenti ICI nel 2016 sono in totale 2.374.808,00 euro. Le riscossioni TASI sono 797.149,00 euro. L’addizionale Irpef corrisponde a 678.516,00 euro e l’imposta comunale sulla pubblicità ammonta a 39.255,21 euro. La TOSAP vede 9.987,46 euro di introito e Tari/Tares 1.150.000,00 euro. L’attività di recupero evasione tributaria è stata molto cospicua nel corso dell’anno 2016, tant’è che la percentuale è arrivata a quota 38,21%.
Le entrate extratributarie ammontano complessivamente a 795.173,01 euro riscossi, con un segnale forte di un paese vivo e attento alla crescita dagli introiti delle alienazioni che ammontano a 202.807,81 euro. In merito ai trasferimenti dallo Stato e da altri Enti, nel 2016 ammontano a complessivi 290.723,84 euro, con continui e pesanti tagli ai finanziamenti che hanno messo in difficoltà il Comune nel continuare a garantire i servizi essenziali alla cittadinanza.
Per le uscite il totale ammonta a 5.810.424,95 euro; tra esse le spese correnti di 5.679.573,62 euro. Le spese del settore scolastico ammontano a 1.220.000,00 euro, tra cui 360.229,99 euro sono stati spesi per la partecipazione alla gestione delle scuole materne gestite da enti privati cioè comitati e per il nido “La casa delle farfalle” sono stati erogati 238.584,07 euro. Per la scuola media la spesa è stata di 57.523,83 euro. Nel settore sociale vanno 495.000,00 euro; una cifra notevole che comprende l’assistenza domiciliare, i pasti caldi a domicilio consegnati da AVO Associazione Volontari Oppeanesi, i soggiorni climatici per anziani ai quali contribuisce il Comune, l’assistenza domiciliare ad anziani non autosufficienti e le rette della casa di riposo a favore di persone bisognose. La quota Ulss 2016 ammonta a 225.621,00 euro per servizi sociali ad essa affidati. Per il settore cultura e in particolare biblioteca civica e informa giovani vengono spesi circa 100.000,00 euro. Allo sport e alla gestione degli impianti sportivi e pertinenze 130.000,00 euro.
La viabilità impegna l’Amministrazione con 471.470,00 euro, compresi manutenzione strade, segnaletica, bollette utenze, spese idriche;
In merito alla sicurezza, stradale e della comunità, la Protezione Civile ha ricevuto 7.183,90 euro quale rimborso spese, visto il servizio che svolge ANC – Associazione Nazionale Carabinieri di sorveglianza parchi e giardini pubblici, un servizio utile alla popolazione e in particolare alle fasce più deboli come gli anziani.
“Intendo ringraziare il personale dell’ufficio contabile per la collaborazione, la disponibilità e l’impegno profuso nella redazione di questo rendiconto 2016, particolarmente complesso rispetto agli anni precedenti; inoltre un grazie al Sindaco e agli Amministratori, per l’unione e la volontà di continuare a garantire i servizi necessari alla buona qualità di vita dei cittadini, scelta che si rispecchia in questa stesura di un bilancio 2016 che chiude positivamente”, conclude assessore Mara Corsini.
 
 


Facebook Google+ Twitter