Regione Veneto

Giornata della Memoria, 26 e 27 gennaio in Auditorium la Mostra di documenti e materiali autentici dell’Olocausto

Pubblicata il 23/01/2019
Dal 26/01/2019 al 27/01/2019

Sabato 26 gennaio ore 16,00 reading “La neve scende ad Auschwitz” di Laura Ferrari; per non dimenticare
 
Comune di Oppeano e Biblioteca Civica, in occasione della Giornata Internazionale della Memoria, organizzano sabato 26 e domenica 27 gennaio p.v. in Auditorium Comunale “Don Remo Castegini” di via Roma a Oppeano una Mostra di documenti e materiali autentici dell’Olocausto, a cura di Stefano Castellani.
Gli orari di apertura sono: sabato 26 gennaio dalle ore 15 alle 19 e domenica 27 gennaio dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 19.
Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata ogni anno il 27 gennaio per commemorare le vittime dell’Olocausto: in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.
La mostra del fine settimana del 26 e 27 gennaio p.v. è ricca di materiale documentale originale Si tratta di materiale autentico e del periodo della Seconda Guerra e dell’Olocausto, tra cui: varie banconote dei Ghetti timbrate dalla Gestapo tedesca, fasce da braccio, foto di viaggi della memoria, una particolare e controversa moneta, 6 giornali di notizie antisemite (degli anni ‘40), 10 lettere di prigionieri provenienti da vari Lager (campi di sterminio) di Auschwitz, Birkenau, Ravensbruck, Gusen, Buchenwald, Sachsenhausen, Gross Rosen, Dachau, Flossenburg e Theresienstadt. Il tutto corredato da didascalie di facile comprensione. Per non dimenticare le vittime dell’Olocausto.
Nella giornata di sabato 26 gennaio, alle ore 16, sarà possibile, inoltre, assistere al reading del racconto “La neve scende ad Auschwitz” di Laura Ferrari. Un’occasione di riflessione anche per i bambini della scuola primaria e per le loro famiglie. Ingresso libero e gratuito.
Per info: biblioteca@comune.oppeano.vr.it  045 7135788.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Mostra memoria Castellani.pdf 2.24 MB

Categorie cultura

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto